Credeteci o no ma io ho preferito Coron alla famosa El Nido! Anche quì dobbiamo fare ordine con le idee: Coron fa parte dell’arcipelago di Palawan ma è la parte più a nord e lontana. L’isola viene chiamata in maniera erronea: Coron è il paese, Busuanga è il nome dell’isola principale e Coron Island è il nome dell’isola che sta di fronte al paese. Si fa confusione a volte… Sbrigate queste formalità, lasciatemi direi che questo è uno dei posti più belli che io abbia mai visto al Mondo! Laghi nascosti, spiagge bianche che più bianche non si può, coralli, relitti, animali, lagune, cascate e via dicendo. Il tutto ancora poco scoperto dal turismo di massa e, per questo, molto più bello e autentico.

ESCURSIONI:

A El Nido avrete a disposizione le 4 escursioni proposte da tutti i tours, mentre a Coron la scelta è molto più ampia. Quì se avete tempo e, a volte, anche un buon budget, potrete veramente trovare le isole sperdute e tropicali che pensiamo siano ormai solo un sogno.

  • Il primo giro che non dovete perdervi è l’Ultimate Tour che prevede il Kayangan lake, Twin lagoon, Barracuda lake, il relitto, Siete Pecados e qualche spiaggia. Questo è il più gettonato ma è senz’altro da fare perchè avrete una visione d’insieme di quel che sono le formazioni rocciose, le lagune scavate dal mare e la vegetazione.

  • La seconda escursione che dovete fare, a mio parere, è una privata con un ragazzo del posto che vi porterà in spiagge e luoghi dove i normali tour non vanno. Con un po’ di fortuna e di studio approfondito fatto a casa, sarete in grado di trovare alcune perle del mar delle filippine dove potrete davvero sentirvi in paradiso!

  • La terza escursione, più lunga e costosa, è quella a nord di Busuanga nella Maricaban Bay alla ricerca dei dugonghi, quei simpatici animali definiti anche mucche di mare che sono rarissimi e parecchio schivi. A seconda dell giornate e della fortuna potrete vederli a pelo d’acqua e magari anche nuotarci insieme. Il viaggio vale la pena perchè quì intorno ci sono isole e spiagge completamente deserte, piene di tartarughe, pesci tropicali, coralli e scorci che non dimenticherete.  
  • La quarta escursione che potete fare è quella ad Apo island o a Linapacan. Queste sono sicuramente escursioni di livello pro per chi si immerge o per chi ha più giorni a disposizioni ma quello che vedrete sott’acqua non ha eguali.

 

  • CITTA’:

se vi avanza tempo o non siete proprio stanchi (come noi), andatevi a vedere il tramonto dalla cima del monte Tapyas; sono circa 700 scalini ma il panorama dall’alto vi ripagherà della fatica della scalata.

Altra cosa interessante da andare a vedere sono le sorgenti calde naturali di Maquinit. Vi sembrerà di essere l’ingrediente principale del brodo di zuppa da quanto è calda l’acqua ma il posto è molto suggestivo.

Continuate a navigare nel sito per trovare altri articoli utili sulle Filippine.

Share: