Proverò in questo articolo a non essere troppo smielata e romantica ma se così fosse perdonatemi, perchè questa esperienza mi ha davvero rubato un pezzo di cuore, strappato una lacrima e fatto anche trovare una nuova amica (ciao Kim).

L’esperienza che vi sto per raccontare è quella della camminata nella notte per arrivare alle pendici del monte di fronte al vulcano Bromo da dove potrete vedere un’alba spettacolare, della ridiscesa per arrivare al ‘deserto di sabbia nera’ e della scalata vera e propria al vulcano. Seguite la mia guida e vedrete che sarà tutto molto facile e di sicuro impatto. Parola di chi l’ha provato e si è emozionata come una bimba a Disneyland! Let’s go.

COME ARRIVARE: non vi dico bugie: non è semplice. Se partite come me da Yogyakarta (o Surabaya è uguale) arriverete alla stazione di Probolinggo generalmente in treno. E quì attenzione: non è una città pericolosa ma è un posto dove vi prendono in giro e basta; non si sa il perchè ma è così. Una volta scesi dal treno (o bus anche) ci saranno un sacco di bembo (i furgoncini gialli) che vi chiederanno se vi serve un passaggio alla stazione dei bus per salire sulle pendici del monte. Questa è l’unica opportunità che avete per avvicinarvi alla vostra destinazione ma voilà.. non vi portano alla stazione del bus pubblico ma in agenzie viaggio semi-serie. Una volta lì vi spiegano tutto e voi dite ok, ma alla fine il transfer non arriva mai.. mai! Ho vagliato tutto il web e ho chiesto in giro a chiunque ma nessuno sa dove sia la vera stazione dei bus pubblici che ti porta da Probolinggo a Cemoro lawang (paese dove alloggerete in altura). Quindi le opzioni che hai sono poche: o prenoti da casa un trasfer privato con la tua guesthouse oppure chiedi per strada se qualcuno ti dà un passaggio (ovviamente pagando) verso la tua destinazione. Prima o poi ci arriverai, non perdere le speranze!

– Il transfer l’ho barattato a 150.000IDR a testa=9,50€ (eravamo in 3) per la sola salita. L’ingresso al parco nazionale del complesso del Bromo costa 220.000IDR=13,80€. La notte in guesthouse con doccia calda (come imparerete in Indonesia fa sempre così caldo che l’acqua calda non la considerano) 11€ in 2.

RICORDA!: portati qualcosa di caldo a seconda della stagione; io, per esempio, sono andata a maggio e ho indossato per la scalata un jeans elasticizzato, scarpe da trekking, maglietta sotto manica corta, maglia di cotone aperta, pile maniche lunghe, sciarpa pashmina. Poi vedete voi… se già a settembre in Italia mettete le calze di lana allora portatevi la giacca termica. Comunque a maggio la temperatura era intorno ai 15 gradi quindi di sicuro non morirete di freddo. Se invece ci andate verso novembre/dicembre allora di consiglio la giacca più pesante e magari sciarpa e guanti.

Stazione di Yogyakarta

INDICAZIONI: Cemoro Lawang è il nome del paese vicino al monte Bromo. Si trova a circa 2.200m di altitudine ed è molto piccolo. C’è qualche ristorantino ma vi consiglio di mangiare prima e andare lì solo per le poche ore di sonno che vi separano dall’inizio dell’avventura. Anche quì ci sono due modi per raggiungere il punto panoramico per l’alba sul Monte Bromo: o con jeep in tour guidato o a piedi. Io ho optato per la seconda opitesi, perchè il percorso è molto facile su un sentiero largo e spazioso, oltre al gusto di aver raggiunto da soli la vostra stupenda destinazione. vi lascio la cartina dettagliata del percorso che potete fare, così non vi perdete.

TRAGITTO: parti verso le 3.30 se vai a piedi/4.00 se vai con jeep (cerca prima a che ora sorge il sole nel giorno in cui ti trovi lì). La partenza, come vedi dalla mappa quì sopra, è alla fine della strada principale sulla destra (a sinistra troviamo lo YogGuesthouse e a destra un’altra guesthouse dal color verde acido). Incamminati su questo sentiero grande con gli altri viaggiatori e dopo circa 40 minuti arriverai al Seruni Point. Il panorama è molto bello e puoi pensare di aspettare quì l’alba.

Se invece, come me, non ti accontenti prosegui il tuo cammino per arrivare fino al secondo punto, il Perenjakan Mount. Da quì la visuale è ottima.. Attendi con pazienza le prime luci che tagliano la nebbia da destra; successivamente le cime delle formazioni montuose davanti a te si illumineranno di arancio e vedrai con nitidezza il deserto di nebbia pallida sotto di te.. è uno spettacolo senza paragoni.

Davanti hai: – sinistra Vulcano Bromo

                       – davanti Monte Batok

                       – dietro Monte Semeru

                       – destra mare di sabbia nera

Pensate sia finita quì? no! Quando vi sarete riempiti occhi e anima con questo spettacolo, sarete pronti per scendere a valle verso Cemoro Lawang e, senza fermarvi, dirigervi verso il vulcano e il deserto nero. Io vi consiglio uno dei tanti passaggi che trovate su strada, perchè tutti gli abitanti del luogo hanno jeep, pickup o motorini. Con i mezzi ci mettete 20 min, mentre a piedi sono un’ora e mezza circa. Lo spettacolo delle campagne montuose indonesiane è bellissimo. Vi consiglio di tenere gli occhi ben aperti.

Una volta arrivati vedrete in lontananza il vulcano fumante e davanti a voi una distesa polverosa e piena di auto e persone. Troverete anche dei carretti per rifocillarvi e bere qualcosa. Iniziate ad incamminarvi perchè la distanza non è brevissima. Arrivati ai piedi del vulcano ci sarà una scala che vi conduce fino alla bocca della ‘creatura’ 🙂 Se vi sporgete con precauzione nella gola, sentirete l’odore pungente dello zolfo che vi fa bruciare la gola e la sua ‘voce’ è parecchio forte per costringervi quasi ad urlare.

Sul tetto del Mondo

Share: