Poco distante dalle coste di Zante e anche da quelle italiane, si trova l’isola di Cefalonia, dirimpettaia della storica Itaca. Cefalonia è molto grande, molto fiorita e piena di golfi. Come vi suggerisce il titolo, l’atmosfera è calma e tranquilla; la vita scorre lenta tra casette di montagna, caprette per la strada, viste mozzafiato, uliveti e vigneti e maxi bouganville. Ma a Cefalonia c’è anche un’ampia scelta di spiagge e calette, di grotte e golfi, di storia, natura e di strani fenomeni geologici.

COME ARRIVARE: tanti i voli diretti dall’Italia ma anche il traghetti. In alternativa potete prendere la barca da Zante e in appena un’oretta a mezza sarete a Pessada (sud dell’isola). Come per le altre isole, mi sento di consigliarvi di prenotare in largo anticipo per evitare le cifre straordinarie del periodo estivo. C’è molto turismo quindi non arrivate all’ultimo momento.

COME MUOVERSI: auto a noleggio o scooter anche perchè non avrete alternative; l’isola ha pendii piuttosto scoscesi e salite ripide e la bicicletta in questo caso non vi sarà d’aiuto. Ci sono un sacco di compagnie di noleggio all’aeroporto. Un bus collega quest’ ultimo con la città principale di Argostolion.

CLIMA: mite, poco umido e un po’ ventilato.. insomma un clima perfetto! Lo si capisce anche dalla vegetazione rigogliosa e dalle piante fiorite. L’isola è stata scelta, insisme, a Zante, come dimora per la nidificazione dalle tartughe marine CarettaCaretta. Esse vengono quì a deporre le uova e a gironzore al porto, come avrò modo di raccontarvi.

 

Share: