Se pensate che Tallinn sia piccina e quindi anche la scelta di ristoranti sia ridotta, vi sbagliate di grosso! Ho trovato l’imbarazzo della scelta, per quanto riguarda la cucina locale. Una cosa che ho apprezzato davvero molto è come sono riusciti a preservare e ad esaltare le ricette tradizionali, quindi pochissimi ristoranti cino/giappo e via libera alle aringhe del baltico, l’alce, le bacche rosse delle foreste e le fusioni di gusto con la cucina russa, finlandese ed est-Europea.

COLAZIONI E BAR:

  • BOGAPOTT: iniziamo subito con un posticino nascosto davvero delizioso e dall’animo romantico. Quando percorrerete la Pikk Jalg per raggiungere Toompea, ve lo ritroverete sulla sinistra. Piccolo, raccolto in una suggestiva corte e con pochi posti a sedere. Torte, caffè e pasticcini. Fermatevi quì per una pausa rigenerante prima o dopo essere andati a vedere la cattedrale Nevski.
  • III DRAKON: un bar non è.. è proprio una tavernaccia nel palazzo del minicipio in piazza Raekoja. Ci si immerge nel passato appena entrati! Luci soffuse quasi da non vedere per terra (illuminazione solo con candele) e tavoli di legno. Il menù non c’è perchè, come mi ha gentilmente detto la ‘dama’ alla cassa, nel Medioevo pochissimi sapevano leggere, quindi si ordinava direttamente all’oste. Eh si! Sembra proprio di essere in compagnia di Robin Wood. Birre locali al miele scure o chiare molto buone. Servono anche da mangiare: una zuppa, uno stinco e dei triangolini di pasticcio di carne o verdure in pasta sfoglia. Provatelo e vi divertirete di sicuro!

RISTORANTI:

  • OLDE HANSA: tappa imperdibile! In centro a Tallinn trovate questo ristorante medievale.. e voi direte: ‘che vuol dire medievale?’. Location, suonatori, luci di candela e, soprattutto, cibo tutto come si faceva nel Medioevo! Gli interni sono molto belli e curati. Avete a disposizione un menù degustazione con varie specialità, oppure potete scegliere tra portate leggere e portate principali, sia carne che pesce; c’è anche un menù bambini. Noi abbiamo preso la carne marinata secca e i due piatti mix di pesce e carne (parecchio abbondanti). Poi lo stinco con salsa cren, zucca, crauti, legumi e bacche rosse. La birra è al miele, alle erbe o classica ed è davvero spettacolare! Vi consiglio di prenotare.

 

  • KORSAAR: passiamo dal medievale al piratesco. Non confondete il Korsaar con un locale per bambini o funs di Jack Sparrow. Sono una fan dei pirati dei Caraibi.. lo ammetto, ma questo ristorante è davvero pazzesco e, cosa più importante, si mangia molto bene. Insomma non è solo scena!
La location, anche quì, è centrale e i tavoli si trovano al piano -1, raggiungibile con una passerella. Una volta entrati troverete un’ambientazione curata nei minimi dettagli. C’è un bar dove vi possono preprare dei cocktail tropicali. Tutte le sedute sono personalizzate. Noi abbiamo preso per antipasto un’insalata di gamberi su crema di mango, un ceviche di pesce, e un tonno rosso scottato; come piatti principali, pesce bianco con cremina, salmone con patate e pollo con ananas e noodles ‘in cocco’. Piccola chicca: il pane estone ma al nero di seppia.

 

  • RATASKAEVU 16: un’eccellenza di Tallinn! Cibo delizioso, location centralissima, interni particolari e curati, servizio impeccabile e giovanile. Questo ristorante merita 5 stelle! L’impiattamento è perfetto, ricercato ma con portate per nulla scarse, il pane è sublime, caldo con semini di girasole e burro aromatizzato. Abbiamo ordinato un tagliere misto con formaggi estoni e riduzione di bacche ed un piatto di aringhe su letto di insalata, accompagnato da una salsa leggera. Come portate principali, del filetto su rondella di zucca, con porcini e finocchio; un pesce bianco su crema di formaggio e lenticchie bicolori e dell’anatra con erbe di bosco e carote nere. Provate anche la birra locale che è molto buona. I ragazzi sono simpatici e attenti. 10 e lode!

  • ORO RESTO: per una pausa leggera mentre gironzolate per Toompea. Abbiamo preso per antipasto il tagliere di pesce misto e poi delle insalate e orata intera. Le birre sono molto buone e l’ambiente tranquillo e riservato.

 

PER I MERCATINI: la gastronomia di Tallinn non finisce nel centro storico ma continua per le strade! Una delle cose che preferisco viaggiando è assaggiare le specialità stagionali o festive proprio nei mercatini e per i vicoli, vedendo come si comportano i Local. Durante il periodo natalizio, i mercatini di natale non vendono solo sciarpe di lana, cappelli di volpe e statuine di legno; la scelta è ampia sia per uno spuntino che per una bevuta in compagnia. Provate tutto quello che timola il vostro appetito: salsicce ‘colorate’ con crauti e patate al forno, qualche salume locale come quello di cervo ed alce, dei dolcetti di marzapane o biscotti al pan di zenzero e non dimenticate di assaggiare il Vana, il Glogi e le birre artigianali locali.

Per sapere come e dove girare per Tallinn, clicca quì.

Share: