Lo sapevate che il nome ‘Bratislava’ è stato deciso da un concorso pubblico? La città si chiamava Pressburg quando era capitale del regno asburgico e i Viennesi che quì arrivano a frotte per il weekend low cost, la chiamano ancora così.

Il centro storico è davvero piccolo e non si aggiudica l’olimpo delle più belle città europee (almeno per me). Il mio consiglio? Visitatela durante il periodo natalizio quando si colora con i mercatini e le viuzze sono brilicanti di gente.

Il centro della vecchia Bratislava si concentra nella Hlavne Namastie che è la piazza principale del municipio. Quì ci sono anche la maggior parte delle statue di Bratislava. La cosa veramente singolare di questa capitale sono le sue buffe sculture raffiguranti il Dandy, il Guardone e la Sentinella dietro la guardiola. Divertitevi a cercarle!

In cinque minuti di passeggiata raggiungerete la porta di San Michele, molto bella e contornata da viuzze strette.Sempre in breve tempo potrete concedervi una passeggiata fino al Castello, sulla collina che sovrasta la città. Da quì di gode di una bel tramonto….. e anche della vista del ponte nuovo con Ufo, una navicella che ospita un ristorante e lounge bar.

DOVE MANGIARE A BRATISLAVA

  • Prasna Basta: uno dei posti più popolari e recensiti ma a mio parere non merita la visita. Si trova in pieno centro, vicino alla porta di San Michele. Locale piccolo e non troppo caratteristico.. una semplice locanda, tutto quì. Abbiamo preso gli halušky (piatto tipico slovacco simile a gnocchetti con pancetta) con troppo olio e un piatto di formaggio locale con pere.

  • Slovak Pub: devo dire che c’è una buona atmosfera da pub, cibo tipico buono con porzioni giuste e curate. La scelta del menù è molto ampia quindi troverete sicuramente quel che fa per voi. Noi abbiamo preso un tris di piatti tipici con gli halušky, i crauti con pancetta e i ravioli tipo ‘pierogi’ polacchi. Poi una snitzel ripiegata ad involtino su tortino di patate e frutti di bosco e un medaglione di manzo al forno ottimo!
Share: