Nel blu dipinto di blu in quest’isola indubbiamente nota e turisticamente famosa soprattutto per la spiaggia del Relitto. Zante (o Zakynthos perchè alla fine siamo in terra greca) è molto di più! Nei prossimi articoli vi racconterò nel dettaglio gli itinerari da non perdere, quelli più alternativi e quelli più battuti, le taverne dove mangiare vera cucina greca e le terrazze dove trovare un tramonti belli da svenire, escursioni in barca low cost e… le tartarughe marine! Ma iniziamo con qualche tips utile.

COME ARRIVARE: i voli ci sono e sono tanti ma spesso d’estate costano molto quindi o si prenota per tempo o si sceglie una stagione un po’ meno affollata. Non rimarrete delusi nè da maggio nè da settembre perchè l’isola gode sempre di un ottimo clima non molto umido, piacevolmente ventilato e con poche precipitazioni. L’unica cosa che posso consigliarvi per risparmiare qualcosa è scegliere il volo su Cefalonia, isola vicina, che solitamente costa un po’ meno.

COME MUOVERSI: l’auto a noleggio è quasi obbligatoria perchè non ci sono mezzi pubblici. Esiste un bus che collega Laganas a Kalamaki e Kalamaki all’aeroporto. Io ho aspettato inutilmente questo collegamento perchè la gente del posto mi ha detto che era quasi inesistente. Se prenotate per tempo anche questa, non verrete a spendere una cifra e la scelta sarà ampiamente ripagata sia dai panorami sia dalla comodità di raggiungere piccole calette o borghi nascosti.

CLIMA: caldo si ma non da svenire. In estate di giorno si arriva ai 35 gradi e di sera 28, quindi non avrete mai bisogno neanche del magliocino. In inverno non fa mai così freddo come da noi perchè in tanti non hanno il riscaldamento a casa.

   

Share: